01- Falsi Miti Sulla Cellulite

Ciao ragazze, oggi volevo parlarvi di un argomento che tante di voi mi chiedono, ovvero la cellulite.

Mi chiedono: Come eliminare la cellulite

Ho voluto scrivere qualcosa di diverso, che possa aiutare realmente a combattere la cellulite e che possa essere messo in pratica da subito.

Falsi Miti Sulla Cellulite

Quindi, ecco a voi la cellulite ed i suoi falsi miti.

Descrizione della cellulite

La cellulite è un inestetismo che si colloca soprattutto nella parte inferiore del nostro corpo, quindi sulle nostre gambe ed i nostri glutei. La cellulite è causata da molti fattori.

Per semplificare, è dovuta ad una cattiva circolazione e ad un ingrossamento delle cellule lipidiche in maniera sproporzionata rispetto al resto del tessuto, gonfiandolo.

Sfatiamo i falsi miti

1) La cellulite affligge solo le donne che sono in sovrappeso.

Sbagliato.

Partiamo dal presupposto che la cellulite affligge più la donna rispetto all’uomo.

Questo per la disposizione delle cellule di grasso che nella donna sono perpendicolari, mentre nell’uomo sono parallele e quindi scivolano sul derma.

Noi donne siamo governate dagli ormoni sessuali (estrogeni e progesterone) che fanno sì che il grasso si depositi nella parte inferiore del corpo (donna ginoide).

Questa premessa è necessaria per sfatare il falso mito secondo cui la cellulite affligge solo le donne in sovrappeso.

In realtà anche le donne magre, come quelle in sovrappeso, soffrono di cellulite.

Quante volte avete visto donne magre con la cellulite? Io moltissime.

eliminare la cellulite

Questo perché l’aumento di peso, da solo, non causa la cellulite.

Sicuramente, il dimagrimento aiuta a combattere la cattiva circolazione e l’aumento di volume delle cellule lipidiche, ma da solo non è il rimedio universale per questo inestetismo.

D’altro canto se siamo in sovrappeso, oltre ad essere un problema di salute, la cellulite peggiora perché il grasso che è uno dei principali responsabili di questo inestetismo si va ad accumulare e quindi peggiora la situazione.

La corsa

2)La corsa elimina la cellulite

 Quante volte hai sentito dire: per eliminare la cellulite vai a correre.

Insomma, le atlete che corrono non hanno un filo di cellulite.

Va da sé che le suddette atlete seguono un protocollo di alimentazione e alimentazione al livello agonistico e che la corsa non è l’antidoto della cellulite per tutte le donne sulla terra (magari).

Cosa succede quando corriamo?

Quando poggiamo il piede sul terreno, l’attrito causa una rottura delle cellule lipidiche che si trovano soprattutto nelle nostre gambe.

Proprio come abbiamo visto all’inizio, una delle cause dalla cellulite è la disposizione scorretta e l’aumento di volume delle cellule lipidiche.

Con la corsa andiamo a rompere queste cellule lipidiche, peggiorando così la situazione anziché migliorarla.

È preferibile un allenamento di intensità, ovvero una camminata veloce con pendenza medio alta.

Questo aiuterà a ripristinare la circolazione senza creare microtraumi nell’area inferiore del corpo.

Per chi frequenta la palestra, avrà sentito spesso dire: fai lo squat e la cellulite sparirà.

Come per la corsa, lo squat non è il rimedio assoluto per la cellulite e non è adatto a tutte.

Se sei una donna ginoide, che tendi ad accumulare il grasso nella parte inferiore del corpo, pensi che andare a sollecitare le gambe aiuti?

No, se la situazione è già al secondo stadio di cellulite (buccia di arancia e ritenzione idrica pronunciata).

Questo perché si va a sollecitare in maniera diretta una zona che è infiammata e già gonfia di suo.

Si può aggiungere lo squat in seguito, ma fare squat dalla mattina alla sera non ti aiuterà ad eliminare la cellulite.

Allenamento P.H.A.

Un allenamento che funziona per sconfiggere la cellulite è il P.H.A. (pheripheral heart action).

Oltre ad averlo provato su me stessa, lo inserisco nei protocolli di allenamento per le ragazze che seguo.

Questo protocollo stimola il cuore e la circolazione: può essere fatto a corpo libero, con i pesi o in modalità circuito.

Ciò che rende questo allenamento ideale per la cellulite è l’alternanza di stimolazione di muscoli superiori e inferiori.

Così facendo obblighiamo il nostro corpo a concentrare il sangue in parti diametralmente opposte del nostro corpo, aiutando così a ripristinare la corretta circolazione senza traumi diretti.

Ad esempio, un esercizio per le braccia e dopo uno delle gambe e così via.

Quindi questo è un protocollo di allenamento che funziona realmente, e abbinato alle sessioni di camminata in pendenza, porta dei buoni risultati.

Fermo restando che poi nel tempo si può integrare l’allenamento con sovraccarichi.

Il sale

3) Mangiare senza sale

 Devi eliminare la cellulite? Elimina il sale e bevi litri di acqua.

Questo è sbagliato perché, innanzitutto, c’è una quantità prestabilita dall’OMS per l’acqua che deve essere assunta giornalmente.

Non tutte le persone devono ingerire lo stesso quantitativo di acqua, dipende dall’età, dal peso corporeo e dall’attività che si svolge.

Quindi una persona che fa attività fisica sicuramente dovrà bere più di una sedentaria.

Detto ciò l’acqua, come il sale (e quindi il sodio) contribuiscono ad un corretto equilibrio salino nel nostro corpo.

Abbiamo visto che una delle cause della cellulite è la mancanza di una corretta circolazione, ovvero uno squilibrio salino nel nostro corpo. Quindi uno dei modi per eliminare la cellulite è mantenere questo equilibrio nei corretti valori.

Cosa succede lo eliminiamo completamente?

Come prima cosa andiamo a creare uno squilibrio tra i liquidi e i sali minerali nel nostro corpo.

Quando a quest’ultimo viene tolto bruscamente qualcosa (il sale), tende a trattenerla o a ricavarla da altre fonti.

Quindi il nostro corpo tenderà a trattenere i liquidi e quel sale che c’è ancora nel nostro corpo.

Così facendo la cellulite peggiorerà, per via di una scorretta circolazione.

Il quantitativo di sale che va ingerito giornalmente, secondo l’OMS, equivale a 5 grammi al giorno.

Ora, da dove viene questo falso mito di togliere il sale?

Deriva dal fatto che noi assumiamo molto più sale di quanto ne avremmo bisogno attraverso i cibi che mangiamo ogni giorno, non attraverso il condimento.

Sto parlando di tonno, salmone, affettati, formaggi, tutti quei cibi che richiedono una lunga conservazione.

Una cosa che consiglio sempre, è quella di leggere le etichette dei cibi al supermercato.

Oltre a sapere cosa mangiamo realmente, possiamo scoprire se ci sono delle sostanze nascoste.

Ti stupirai nel vedere quanto sale è presente nei cibi di tutti i giorni.

Per questo è nata l’esigenza di ridurre il sale ma, va da sé, che ridurre il sale che mettiamo nell’insalata è ben poca cosa rispetto a quello contenuto in un formaggio stagionato o nella bresaola.

Quello che io consiglio è di non eliminare definitivamente il sale ma assumerlo nelle giuste quantità.  

Per esempio se decidi di farti un panino con la bresaola va benissimo ma calcola che la bresaola ha un elevato contenuto di sale.

Quindi se hai mangiato la bresaola a pranzo, magari evita il sale per il resto della giornata.

Spero che questi consigli ti siano stati utili e soprattutto che questi contenuti siano stati interessanti.

Se vuoi sapere di più su questo argomento, ho dedicato un intero ebook alla cellulite (Vinci la cellulite con i tuoi ritmi naturali) e puoi trovarlo qua

Eliminare la cellulite è difficile ma si può con i giusti metodi. Entra a far parte della nostra community

5 stars
9.7 su 10 da parte di 127 lettori
daria galluzzo

La versione migliore di te stessa

Ricevi i video e le schede del mio circuito gratuito "Sculpture Burning"

Scopri come dimagrire 4Kg in meno di 22 Giorni

Ultimi Articoli

Rubrica Settimanale